Home > News, SickDogs > Recensione vecchia demo tape

Recensione vecchia demo tape

IYEZine LogoA 13 anni di distanza qualcuno si è preso la briga di recensire la nostra vecchia demo lo-fi sulla web-zine In Your Eyes. Fa sempre piacere sapere che ci sono ancora i cultori di gruppi sconosciuti, dimenticati, ultra-underground. Tuttavia tra le varie peripezie siamo ancora in giro e già che ci sono, colgo l’occasione per anticipare che stiamo per registrare 4-5 pezzi per una specie di "concept" EP sul lavoro – e che infatti si intitolerà "Lavoro". Magari nel prossimo post scriverò ulteriori dettagli sull’operazione.
Per quanto riguarda la demo in questione, intitolata "Tutti per uno, merda per tutti", registrata con un 4 piste e mixata in modo casereccio da Stefano, il nostro ex chitarrista, fu un’esperienza buffa che malgrado l’approssimazione e la terribile qualità del suono piacque a qualcuno. Ci fu una recensione su Rumore che ci colse di sorpresa e galvanizzo non poco, noi pank di provincia fuori dai giri "giusti" della "scena". Diceva:
Questo mese finiamo con i vigevanesi Sick Dogs. "Merda per tutti" e "Mi sono rotto i coglioni" sono due titoli che la dicono lunga sulle scelte musicali del gruppo. Avete capito che, forse, non suonano brit-pop. Suonano punk-rock grezzo e piuttosto veloce. Quasi HC, ma con una sporcizia ed un nichilismo, che li elevano dalla media. Cambiano gli stili, passano gli anni e le mode, ma come dicevano gli Area: "…gli arrabbiati restano". Per fortuna di tutti. (Luca Frazzi)
Infatti era il periodo del brit-pop e del punk patinato e ripulito dalle grandi label discografiche, del quale ai tempi ci sentivamo aguerriti antagonisti. In particolare ci lusingò il riferimento agli Area, certo musicalmente e stilisticamente anni luce lontani, ma con i quali alcuni di noi condividono gli orizzonti ideologici. Ma ecco la recensione di cui si parlava sopra, che ripropongo integralmente:

Sick Dogs – Tutti Per Uno Merda Per Tutti Demo
a cura di Il Santo 4 Gennaio 2010

Questo demo e’stato registrato nel 1997!
Oggi,mentre scrivo,siamo entrati nel 2010,vale a dire che sono trascorsi 13 anni!
Avra’ ancora un senso esprimere un giudizio dopo che cosi’ tanta acqua e’ passata sotto i ponti?
Dandomi una risposta positiva vi diro’ che il gruppo in questione ne viene da quel di Vigevano,che ha inciso anche un 7",che purtroppo non conosco,nel ’99 e che si e’sciolto nel 2000 per poi riformarsi nel 2006 e,per quanto riguarda il loro curriculum vitae,penso sia tutto.

Passando alla descrizione dei tre pezzi che compongono questo demo (nell’ordine "Domenica","Figli del progresso"e"Mi sono rotto i coglioni")direi che il concetto di lo-fi e’ quasi riduttivo;sembra di ascoltare i pezzi delle hard-core band italiche
dei primi anni ’80,possibile che,a livello di registrazione non si possa far meglio?
Dal punto di vista strettamente musicale,per quel poco che si riesce a intuire,si puo’ parlare di punk di base piuttosto spartano anche se,a fatica,si intuiscono capacita’ di eseguzione non proprio da sottovalutare.
Vorrei riuscire ad ascoltarli meglio,sempre che esistano ancora,e poterli supportare con maggiore convinzione.

 
Categories: News, SickDogs Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.